NARDIN si dedica alla lavorazione del legno con cura e passione; il risultato sono dei prodotti unici che rappresentano il perfetto equilibrio tra tradizione e sviluppo. I nostri punti di forza sono l’attenzione per i dettagli e per la scelta dei materiali, una produzione tecnologicamente avanzata e a basso impatto ambientale e uno staff composto da figure professionali qualificate. Investiamo in innovazione e ricerca per offrire sempre un prodotto personalizzato che si armonizzi al meglio con le scelte abitative di chi si affida a noi. Il nostro obiettivo è ricambiare questa fiducia con un risultato concreto che si traduce nelle prestazioni dei nostri serramenti della Collezione Legno e Legno/Alluminio. NARDIN propone finestre in legno e legno alluminio di vari modelli, partendo da finestre base delle più classiche tipologie arrivando ad elementi minimali, che permettono di aumentare le superfici trasparenti nascondendo i telai. La cura e l’attenzione per i dettagli riconoscono NARDIN come un partner ideale per ogni tipologia di clientela.

 

"Abbiamo scelto di partecipare a space&interiors per la visione di carattere provocatorio dell’evento esperienziale scelto e progettato dallo Studio Boeri. La mission di NARDIN è semplicemente quella di prendersi cura dell’uomo e del suo ambiente, qualsiasi esso sia. Con i nostri prodotti vogliamo esprimere un rapporto protettivo/emozionale che a nostro avviso deve essere il più neutro ed equilibrato possibile, dove materiali, tecnologia e know how aziendale consentano all’essere umano di assecondare e sviluppare le sue innate inclinazioni al progresso, alla scoperta, alla poetica dell’abitare nel pieno rispetto dell’habitat che ci circonda e del quale siamo parte integrante."

A space&interiors

A space&interiors

Il modulo prodotto accoglie un oggetto troncopiramidale nero che rappresenta l’ignoto… e per farlo prendiamo a prestito il corpo celeste più ignoto di tutti ossia un buco nero. La bocca di un buco nero in astrofisica è chiamato orizzonte degli eventi, un “confine” oltre il quale le regole della fisica non valgono più dove le forze in gioco sono inimmaginabili dove l’ignoto produce paura, eccitazione, immaginazione… Si dice che i buchi neri possano essere dei tunnel nello spazio-tempo in grado di collegare luoghi remoti dell’universo… come ogni tunnel anche un buco nero ha un dentro ed un fuori e quindi è in questo punto che si colloca il serramento Nardin, mettendo in sicurezza l’entrata del “minaccioso” corpo celeste. Questa installazione è metafora di viaggio e di sfida estrema verso il futuro